Innovation Lab

 

C’è l’esigenza di creare novità, che colleghino sempre di più la scuola al mondo della ricerca. Per questo si sono attivate collaborazioni con le Università in ambito PLS (Piano Lauree Scientifiche), dove la pratica laboratoriale di diverse facoltà scientifiche viene importata a scuola (nei nostri laboratori si lavora fianco a fianco con docenti curricolari e ricercatori) e dove, durante l’anno, i nostri allievi frequentano i laboratori universitari a Milano e Como su tematiche strettamente allineate alla progettazione didattica. Partecipare attivamente ad un laboratorio di Facoltà, soprattutto nel triennio, consente di apprendere pratiche e linguaggi scientifici coerenti con il mondo accademico, in vista anche di scelte future. Un percorso possibile è quello dell’approfondimento della Chimica organica presso la Facoltà di Chimica Industriale dell’Università dell’Insubria con moduli specifici (per esempio sintesi di un poliammide, sintesi e caratterizzazione di nanoparticelle di Argento). Con il nuovo dipartimento di Fisica e Scienze Ambientali si intraprende un percorso sulle tematiche ambientali (per esempio emissione CO2 della nostra scuola, monitoraggio dei parametri di studio dei ghiacciai alpini, il laboratorio di biomatematica).

Sul metodo: è tutto più chiaro se ragiono su ciò che vedo e provo.

chimica: semplici esperimenti, reazioni, misure servono per avere delle idee concrete di quello che si studia; per esempio reazioni acido-base, ossidoriduzioni, precipitazione di Sali. Per la chimica organica produzione di sapone, test di riconoscimento di zuccheri e proteine, estrazione del proprio DNA dalla saliva, costruzione di modelli molecolari

biologia: nonostante si trovino online e sugli stessi libri di testo tantissime fotografie prese al microscopio, qualche esercitazione è sempre utile, gli allievi provano ad allestire dei vetrini, li osservano al microscopio, usano coloranti per evidenziare particolari, provano a riprodurre con disegni ciò che osservano: i risultati non sono lontanamente paragonabili con le immagini dei libri, ma mettere mano alle difficoltà che si possono incontrare in un laboratorio è molto istruttivo (permette anche di capire che la scienza è una conquista, che si può sbagliare, che le verità scientifiche non sono dogmi).

Lo studio della fisiologia della cellula può essere accompagnato da alcuni esperimenti (osmosi, attività della catalisi, produzione di ossigeno e anidride carbonica durante fotosintesi e respirazione cellulare). Con l’Istituto di Agronomia della Facoltà di Agraria di Milano ad esempio si lavora con linee mutanti di mais per verificare le leggi di Mendel (progetto triennale).

 

Other Projects